[Vai direttamente ai contenuti della pagina] [Vai direttamente al menù principale] [Vai direttamente a utilità e strumenti di ricerca]

Galleria d’Arte Contemporanea Filippo Scroppo

Civica Galleria del Comune di Torre Pellice (Torino)

sei in: archivio


 

Archivio eventi e manifestazioni: anno 2011

Mostra collettiva: ORDINE / CAOS - le vie dell’astratto

Dal 12 novembre 2011 all’11 febbraio 2012

Locandina della mostra collettiva ORDINE / CAOS - le vie dell’astratto

Depliant della mostra collettiva ORDINE / CAOS - le vie dell’astratto

Depliant della mostra collettiva ORDINE / CAOS - le vie dell’astratto

La grande rivoluzione della pittura data ormai da oltre un secolo. E proprio nel 1911 Kandinsky, il più lucido teorico dell’astrattismo, teorizzava l’emancipazione dell’arte dalla "natura", arrivando a concepire il quadro quasi esclusivamente come "composizione".

Questa mostra, senza ambizioni né di completezza, né di sistematicità, vuole offrire alcuni esempi significativi di quel processo di astrazione che ogni artista compie quando tenta di tradurre il soggetto in opera perfettamente formata.

Si sono potute ammirare opere della collezione permanente della Civica Galleria "Scroppo" di Torre Pellice, e altre prestate dagli stessi artisti e da collezionisti locali. Tra queste uno strepitoso olio di Pinot Gallizio, "La vedova delle api" del 1959 e una rara incisione di Carol Rama del 1951.

Il dualismo del titolo allude alle due tendenze più rappresentative dell’astrattismo: quella più razionale e analitica e quella più espressionista e informale.

La categoria dell’ordine include ogni processo di riduzione, modulazione e geometrizzazione che tende a considerare il quadro soprattutto come struttura.

Al caos e al suo immenso potere immaginifico fanno invece riferimento quelle opere che attingono maggiormente all’istinto, all’emotività, all’inconscio, privilegiando la disimmetria e la dissonanza, il groviglio informale, la velocità del gesto e l’anarchia del segno.

Ma la contrapposizione stilistica di queste due tendenze è solo apparente, perché anche l’opera più "caotica", se pienamente riuscita, contiene sempre un principio ordinatore che punta a un’armonia superiore. Così come anche la più rigorosa strutturazione e geometrizzazione della forma conserva la traccia di quel guizzo istintivo, di quell’effusione gratuita, di quel "disordine" che è alla base di ogni autentica creazione.

Sono state presentate opere di: Nevenka ARBANAS, Renato BARISANI, Mario BIANCO, Annibale BIGLIONE, Carmelo CAPPELLO, Antonio CARENA, Vittorio CAVICCHIONI, Michelangelo CONTE, Riccardo CORDERO, Franco COSTA, Antonio GALDI, Pinot GALLIZIO, Daniela GIORCELLI, Giorgio GRIFFA, Nino LUPICA, Angelo MAGGIA, Gualtiero NATIVI, Renaldo NUZZOLESE, Bruno POLVER, Francesco PREVERINO, Carol RAMA, Sergio SARONI, Egle SCROPPO, Mario SURBONE, Adriano TUNINETTO, Anna VALLA.

Pinot Gallizio, La vedova delle api, 1959.

Pinot Gallizio, La vedova delle api, 1959.

Bruno Polver, Territorio turbato, 1979.

Bruno Polver, Territorio turbato, 1979.

Mario Bianco, Dittico del fluire, 2008.

Mario Bianco, Dittico del fluire, 2008.

Francesco Preverino, Figura, 2009.

Francesco Preverino, Figura, 2009.

Riccardo Cordero, Struttura, 1976.

Riccardo Cordero, Struttura, 1976.

Giorgio Griffa, Senza titolo, 1980.

Giorgio Griffa, Senza titolo, 1980.

Antonio Carena, Pensare Paesaggio IV, 1985.

Antonio Carena, Pensare Paesaggio IV, 1985.

Mario Surbone, Estate (dettaglio), 1981.

Mario Surbone, Estate (dettaglio), 1981.

Anna Valla, Notturno, 1992.

Anna Valla, Notturno, 1992.

Egle Scroppo, Armonia del mutamento, 2011.

Egle Scroppo, Armonia del mutamento, 2011.

Daniela Giorcelli, Sensazione, 1999.

Daniela Giorcelli, Sensazione, 1999.

Carol Rama, Composizione numero 39 (Le palette), 1951.

Carol Rama, Composizione numero 39 (Le palette), 1951.

Adriano Tuninetto, Topologia, 1990.

Adriano Tuninetto, Topologia, 1990.

La mostra è stata curata da Luca Motto e Massimo Tosco.


Mostra collettiva: PRESENZA / ASSENZA - l’enigma del ritratto

dal 1 luglio al 1 ottobre 2011

Si inaugurerà presso la Galleria Filippo Scroppo venerdì 1 luglio alle ore 18 la mostra collettiva dal titolo "PRESENZA / ASSENZA - l’enigma del ritratto" con opere di: Laura Avondoglio, Sebastiano Balbo, Davide Binello, Orietta Brombin, Elisa Filomena, Bernadetta Ghigo, Gian Carlo Gilli, Paolo Guasco, Pino Mantovani, PierAntonio Masotti, Berto Ravotti, Valter Luca Signorile.

Ritratto e autoritratto: in un volto si possono trovare le tracce di un’esistenza, la memoria di un passato, l’agitarsi delle passioni e degli ideali, la dissimulazione di tragedie e frustrazioni, l’accettazione di un destino, la volontà di resistere...

Paolo Guasco, Autoritratto

Paolo Guasco, Autoritratto

I lavori presenti in mostra costituiscono un piccolo ma significativo esempio di come può essere trattato questo tema di antica e solidissima tradizione. Dalla pittura, alla trasposizione fotografica, all’installazione, al video abbiamo qui un’articolata coniugazione dell’eterno enigma del chi siamo e dove andiamo.

Nell’ambivalenza tra l’apparire e l’essere, l’immagine del e del simile a sé in alcuni casi appare chiara e precisa nella sua immediatezza, altre volte quasi si dissolve e si annulla, sottolineando l’impossibilità di svelare il mistero racchiuso in ogni essere umano.


6° concorso fotografico Le donne fotografano... "Altri sguardi sulle donne"

26 marzo - 30 aprile 2011

Il tema proposto nel 2011 "Altri sguardi sulle donne" ha voluto essere un invito a mostrare immagini alternative a quelle che dilagano in tv e nelle pubblicità e che troppo spesso rappresentano le donne come oggetti ornamentali o beni di consumo.

I premi sono stati consegnati sabato 26 marzo durante una manifestazione, iniziata con la coreografia di teatro-danza "Donna Italia" a cura dell’Associazione Culturale Liberart, molto apprezzata dal numeroso pubblico presente, ed arricchita dall’intervento di Rita Murgia, della storica associazione UDI (Unione Donne d’Italia), che ha aggiornato sulle iniziative della campagna "Immagini Amiche" a cui si è ispirata la sesta edizione del concorso stesso. Da segnalare che la vincitrice ha donato il premio alla Biblioteca Civica Carlo Levi per l’acquisto di libri per le/gli adolescenti.



Istruzioni per l’uso delle panoramiche

Le immagini panoramiche a 180° o 360° richiedono che sulla macchina dell’utente sia installato Apple Quicktime, scaricabile gratuitamente da www.apple.com/quicktime.

A programma correttamente installato sarà possibile visualizzare immagini panoramiche scorrevoli facendo click nell’area immagine del programma e muovendo il mouse nella direzione desiderara. Le immagini illustrano i vari allestimenti della sala espositiva succedutisi nel tempo.

Data la consistente entità di dati che questi elementi multimediali comportano, la loro visualizzazione con connessioni Internet del tipo 56K o similari potrebbe richiedere una sensibile attesa.

[Torna in cima alla pagina[0]]


Utilità e strumenti

[Torna in cima alla pagina[0]]

Links

Mappa immagine che contiene i links che rimandano alla pagina iniziale ed al sito del Comune di Torre Pellice all’indirizzo: http://www.comune.torrepellice.to.it/

Homepage della Galleria Scroppo Homepage del Comune di Torre Pellice Loghi della Galleria Filippo Scroppo e del Comune di Torre Pellice, click su un logo per visualizzare le pagine correlate

Logo della Regione Piemonte

Logo della Regione Piemonte

Logo della Regione Piemonte

Informazioni ausiliarie

Sito realizzato con il contributo finanziario della Regione Piemonte

Progetto e realizzazione: www.simoneronfetto.com

|XHTML 1.0 Strict|CSS|

[[Torna in cima alla pagina[0]]]