[Vai direttamente ai contenuti della pagina] [Vai direttamente al menù principale] [Vai direttamente a utilità e strumenti di ricerca]

Galleria d’Arte Contemporanea Filippo Scroppo

Civica Galleria del Comune di Torre Pellice (Torino)

sei in: archivio


 

Archivio 2006

FORME DEL SEGNO - opere astratte della collezione

Delle due fondamentali partizioni dell’astrattismo presenti nella Civica Collezione "Filippo Scroppo", quella geometrico-costruttivista e quella che possiamo indicare genericamente espressionista-informale, si è voluto privilegiare, per l’allestimento di questa mostra, la seconda tendenza, scegliendo un gruppo di dipinti che hanno come caratteristica comune la predominanza del segno.

Un’opera di Piero Ruggieri

Un’opera di Piero Ruggieri.

Segno nelle sue varie accezioni: traccia di un gesto che capta e fa uscire dal caos un’idea, espressione di un’energia interiore che si concretizza in una forma elementare, in uno spazio che si va strutturando o scomponendo, tanto da far intuire che quello che si vede sia solo il frammento di una creazione più completa, una semplice allusione a un mondo altro.

Buona parte di questi dipinti sono nati negli anni Sessanta e sono frutto di una stagione vitalissima di ricerca estetica che ha visto il capoluogo piemontese all’avanguardia, crocevia di incontri fecondissimi con l’astrattismo d’oltralpe, europeo e americano. In quel clima effervescente Filippo Scroppo visse quotidianamente questa intensa atmosfera come artista, critico, maestro, organizzatore di eventi, iniziando contemporaneamente a raccogliere le opere che costituiranno il primo nucleo della Collezione.

Un’opera di Plinio Mesciulam

Un’opera di Plinio Mesciulam.

Soffiantino, Saroni, Ramella, Ruggeri, Gribaudo, Merz, Reviglio, Tuninetto, Mesciulam, Rambaudi, Surbone, Griffa, Galvano, Pozzati, Valla, Gastini, Guasco sono solo alcuni dei quaranta artisti presenti in mostra. Quaranta sfaccettati punti di vista su un tema tra i più fervidi dell’astrattismo, che documentano la presenza di una koiné, una sorta di comune linguaggio, parlato e agito da tutta una generazione che in quegli anni si avvicinava alle correnti più vivaci dell’avanguardia mondiale.

Inaugurazione sabato 16 dicembre 2006, ore 17,00

Aperto:

  • mart - merc - giov - dalle 15,30 alle 18,30
  • ven. dalle 10,30 alle 12,30
  • sab. dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30

Chiuso dal 23 al 26 dicembre e il 6 gennaio

I link seguenti fanno riferimento a risorse visive quali fotografie e documenti multimediali (foto panoramiche) che illustrano l’allestimento della sala in occasione della mostra precedentemente descritta. Per visualizzare le foto panoramiche è necessario disporre di Apple Quicktime. Il paragrafo seguente fornisce una breve descrizione della sala per chi non sia in grado di fruire di sistemi grafici.

Le panoramiche illustrano l’allestimento della Galleria Scroppo in occasione della mostra "FORME DEL SEGNO - opere astratte della collezione". Considerata la natura delle opere risulta molto difficile fornirne una descrizione. Queste inoltre variano considerevolmente per tecnica realizzativa e formati. A differenza di altre occasioni non vi sono elementi accessori nella mostra, quali supporti multimediali o decorazioni floreali.

Immagini dalla cerimonia inaugurale

Panoramica della mostra in formato Quicktime (500 Kb)

[Torna in cima alla pagina[0]]


Utilità e strumenti

[Torna in cima alla pagina[0]]

Links

Mappa immagine che contiene i links che rimandano alla pagina iniziale ed al sito del Comune di Torre Pellice all’indirizzo: http://www.comune.torrepellice.to.it/

Homepage della Galleria Scroppo Homepage del Comune di Torre Pellice Loghi della Galleria Filippo Scroppo e del Comune di Torre Pellice, click su un logo per visualizzare le pagine correlate

Logo della Regione Piemonte

Logo della Regione Piemonte

Logo della Regione Piemonte

Informazioni ausiliarie

Sito realizzato con il contributo finanziario della Regione Piemonte

Progetto e realizzazione: www.simoneronfetto.com

|XHTML 1.0 Strict|CSS|

[[Torna in cima alla pagina[0]]]