[Vai direttamente ai contenuti della pagina] [Vai direttamente al menù principale] [Vai direttamente a utilità e strumenti di ricerca]

Galleria d’Arte Contemporanea Filippo Scroppo

Civica Galleria del Comune di Torre Pellice (Torino)

sei in: archivio


 

Archivio 2006

Comunità artistiche - L’arte delle donne di Weya, Zimbabwe

La mostra è composta da 23 tele, ognuna accompagnata dal racconto originale della storia rappresentata, con la traduzione in lingua italiana.

Weya è un villaggio situato a 180 chilometri a est di Harare, capitale dello Zimbabwe, in una delle "Aree Comunali", dove il governo razzista della Rhodesia aveva segregato la popolazione nera. La principale fonte di reddito è l’agricoltura, ma sovente gli uomini cercano fortuna in città, mentre le donne restano legate e, spesso, relegate ed abbandonate, al villaggio. La pittura e la vendita dei prodotti all’esterno sono diventate col tempo strumenti di parziale emancipazione economica, ma non solo: i dipinti infatti raccontano storie di vita quotidiana, miti e fiabe, e sono stati anche usati per dar voce ai segreti femminili, per parlare di diritti civili e parità tra i sessi, attraverso semplici immagini di vita di villaggio oppure in vere e proprie storie, articolate in pił scene.

Immagine tratta dalla mostra

In Galleria sono state esposte anche alcune statue di Tengenenge, villaggio collocato a 170 chilometri a nord di Harare, dove gli scultori ricavano dalla pietra locale figure tipiche della tradizione shona, attraverso un impegno comunitario.

Le opere, procurate dalla Cooperativa Sociale Libero Mondo, sono state presentate da Giovanna Avalle ed Emanuele Giordana, responsabili del progetto.

La mostra è stata organizzata in collaborazione con CoAP e associazione Tatawelo, con il contributo della Regione Piemonte, ed è inserita in un’ ampia Rassegna dedicata all’ Africa,"COLPI DI TAM TAM", che coinvolge i comuni della Val Pellice, con il coordinamento della Comunità Montana locale.

Apertura della mostra: sabato 24 giugno 2006, ore 16.45 con la presenza di Giovanna Avalle ed Emanuele Giordana della Cooperativa Sociale Libero Mondo.

I link seguenti fanno riferimento a risorse visive quali fotografie e documenti multimediali (foto panoramiche) che illustrano l’allestimento della sala in occasione della mostra precedentemente descritta. Per visualizzare le foto panoramiche è necessario disporre di Apple Quicktime. Il paragrafo seguente fornisce una breve descrizione della sala per chi non sia in grado di fruire di sistemi grafici.

Le panoramiche illustrano l’allestimento della Galleria Scroppo in occasione della mostra "Comunità artistiche - L’arte delle donne di Weya, Zimbabwe". La maggior parte delle opere sono una sorta di arazzi o stole dipinte con l'’utilizzo di tinte pure e vivaci su un tessuto generalmente di colore scuro, raffiguranti scene di vita quotidiana, tradizioni e leggende locali. Una sezione a parte viene invece dedicata ad un piccolo numero di sculture realizzate in pietra locale scura e di ridotte dimensioni.

Immagini della cerimonia inaugurale

Panoramica della mostra in formato Quicktime (1,04 Mb)

[Torna in cima alla pagina[0]]


Utilità e strumenti

[Torna in cima alla pagina[0]]

Links

Mappa immagine che contiene i links che rimandano alla pagina iniziale ed al sito del Comune di Torre Pellice all’indirizzo: http://www.comune.torrepellice.to.it/

Homepage della Galleria Scroppo Homepage del Comune di Torre Pellice Loghi della Galleria Filippo Scroppo e del Comune di Torre Pellice, click su un logo per visualizzare le pagine correlate

Logo della Regione Piemonte

Logo della Regione Piemonte

Logo della Regione Piemonte

Informazioni ausiliarie

Sito realizzato con il contributo finanziario della Regione Piemonte

Progetto e realizzazione: www.simoneronfetto.com

|XHTML 1.0 Strict|CSS|

[[Torna in cima alla pagina[0]]]